Cronaca del Mini Unicorno Verde dal pelo ispido (Pt2) – Ph. E. SOUCHARD Marzo 2024

Torna a News

Cronaca del Mini Unicorno Verde dal pelo ispido (Pt2) – Ph. E. SOUCHARD Marzo 2024

In un articolo pubblicato a gennaio 2024, mi sono divertito a paragonare la scoperta alla ricerca di un mini-unicorno verde con il pelo ispido.

Ho riaffermato, ancora una volta, il mio rispetto, ma la mia relativa simpatia per l’espressione “pratica basata sull’evidenza” e che preferivo “pratica basata sull’evidenza… logica” o, meglio, “pratica basata sulla logica dell’evidenza“.

Alcuni non vi prestarono attenzione o vi videro un desiderio di originalità e, forse peggio, una civetteria di linguaggio. Fortunatamente, alcuni si sono resi conto che si trattava di un desiderio metodologico di uno studio critico non solo delle nostre pratiche, ma anche dello stato attuale delle scienze che ci riguardano.

La moda non influisce solo sui cambiamenti nell’abbigliamento, ma può essere trovata in tutti i settori. Colpisce, purtroppo, la nostra professione.

Un nuovo metodo, chiamato terapeutico, è appena nato dal nulla! Viva!! Nessuna base scientifica, risultati insignificanti, nessun riferimento a grandi tradizioni… Non importa, l’empirismo è sufficiente da solo e il “comportamento da pecoroni” fa il resto.

In alcuni casi, può trattarsi di un semplice “lifting” di vecchie tecniche, che sono state abbandonate da tempo, e giustamente.

Questa pseudo-novità deve essere il più breve possibile da imparare, facile da praticare e avere un titolo accattivante che attiri l’attenzione dei pazienti. Questi sono i tre punti essenziali.

Per me, questo è un degrado della nostra professione di fisioterapisti. Questo è il motivo per cui è così importante combinare i nostri progressi con le conoscenze scientifiche del momento.

Ai primi tempi dell´RPG, alcuni colleghi hanno preso le distanze da me perché non apprezzavano i miei sforzi per rendere questa novità parte della tradizione scientifica. Tuttavia, la scoperta non può esimersi dal confrontare i suoi risultati con i dati scientifici attuali.  D’altra parte, le prove scientifiche non dovrebbero frenare le nuove scoperte.

Scienza aggiornata e Scoperta si alimentano a vicenda, a costo di inevitabili attriti. Ma non devono mai portare a una “scienzocrazia” dogmatica o a un empirismo ostinato: sarebbe un ritorno all’oscurantismo.

Nella pratica basata sull’evidenza (EBP), è necessario praticare secondo le conoscenze scientifiche più approfondite del momento. Questo non è solo ovvio, ma necessario.

Tuttavia, il fatto di parlare di attualità della conoscenza pone immediatamente un problema: essa è in continua evoluzione, integrata, corretta, o addirittura abbandonata…

Ciò che oggi è scolpito nel marmo potrebbe essere rimesso in discussione domani.

 

Il termine “pratica basata sulla logica  dell’evidenza” è di natura diversa. Perché non si tratta più semplicemente di conformare la nostra pratica alla scienza, si tratta di interrogare la conoscenza scientifica nella sua temporalità e di individuarne la logica.

Miglioriamo costantemente le nostre pratiche, senza dimenticare di studiare e interrogarci sulla rilevanza degli sviluppi scientifici, mettendoli sempre a confronto con la loro storia e la loro logica metodologica, a volte anche solo con semplice buon senso: ci sono innumerevoli mini-unicorni verdi che si nascondono lì…

Condividi

Condividi questo post

Comment (1)

I commenti sono chiusi.

Torna a News

Scopri di più da AIRPG

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Inizia una chat
ciao, come posso aiutarti?